lunedì 30 ottobre 2006

L'ALLUVIONE DI FIRENZE


Il 4 novembre 1966 una tragedia colpì la città di Firenze. Dopo due giorni di pioggia intensa, in poche ore le acque del fiume salirono di sei metri. L'Arno straripò alle 5.30, rompendo gli argini in diversi punti e invadendo la città, le strade e le piazze medievali. Poi salì sempre più su, fino ai primi piani delle case travolgendo la gente, l'arte, la storia. Quasi tutti i musei furono allagati, l'acqua entrò nel Palazzo Vecchio, in Piazza del Duomo, nel Battistero. Il Crocefisso dipinto da Cimabue subì gravissimi danni, diventando uno dei simboli della tragedia.
Una grande quantità di giovani di tutto il mondo si mobilitò e si recò a Firenze per aiutare nei lavori di ricupero della città. Con motivo del 40º anniversario dell'alluvione di Firenze la Rai ha dedicato un programma speciale a questi Angeli del fango.

1 commento:

Mariló ha detto...

Ciao, Pilar! Ho visto un'altra informazione sull'alluvione nel blog dell'EOI di Sagunt, e lí parlava del numero di persone che persero la vita: furono 121, sono molte, non pensavo che fosse così.