sabato 15 dicembre 2007

L'ARCHITETTURA E DE CHIRICO

Piazze semideserte, prospettive angosciose, archi e colonne improbabili, squadre e righelli non ortogonali sono parte dell'universo metafisico di Giorgio De Chirico (Volos, 1888 - Roma, 1978), pittore e scenografo italiano, principale esponente della pittura metafisica. Il suo rapporto con gli spazi architetonici, assolutamente originale, fu fonte di ispirazione per tutta una generazione di artisti e di architetti.


Dal prossimo 18 ottobre fino al 17 febbraio potremo vedere all'IVAM di Valencia la mostra intitolata L'ARCHITETTURA E DE CHIRICO. La mostra -curata dal prof. Vincenzo Trione, critico d'Arte del Mattino di Napoli e dell'Unità-, si propone di mettere a confronto le opere del grande maestro con le architetture che da queste hanno preso spunto e che, ancor oggi, possiamo ammirare in molte città italiane.



2 commenti:

Dolores ha detto...

Ho visitato questa mostra é mi he piaciuta.
Si puo anche imparare l'italiano perche ci sono tre televisione di plasma dove si puo vedere e ascoltare al proprio Giorgio de Chirico.
Ma non mi ha piaciuto come é stata fata l'iluminazione, non si puo vedere veramente i dipinti.
Mi raccomando andare a vederla a qualquno che gli piacia un po' la pittura di questo artista.

Pilar Codonyer ha detto...

Anch'io ci sono andata questa mattina, e la mostra mi è piaciuta. Infatti, la lamentela di tutti è stata la stessa: l'illuminazione. È vero che i quadri si vedono meglio, ma è impossibile leggere i titoli. Comunque, interessante, e anche la parte dedicata ad altri architetti influenzati da De Chirico.