venerdì 15 giugno 2007

VAL DI NOTO CE L'HA FATTA!


Venerdì scorso pubblicavamo un post annunciando l'appello di Andrea Camilleri in difesa del Val di Noto. Una settimana dopo abbiamo il piacere di annunciare che questo appello, e le tantissime firme di cittadini italiani e non che tramite la Repubblica si sono manifestati contro le trivellazioni, hanno dato frutti e la ditta texana si è tirata indietro. Per fortuna certe volte le mobilitazioni popolari servono a qualcosa!
Potete leggere qui la notizia completa pubblicata su Repubblica.

3 commenti:

rubiasco ha detto...

attenzione, perchè la ditta texana è arretrata sì, di 80 chilometri, ma è pronta a trivellare (senza regole) il resto della sicilia...
...vittoria a metà, la lotta è ancora tanta da fare!

raffaele ha detto...

ah, rubiasco e raffaele sono la stessa persona.

solo per aggiungere qualche dettaglio al mio scorso post:
la ditta nella sua "ritirata" ha solo cancellato dai suoi piani zone situate nei centri storici o vicine a luoghi di interesse storico e artistico, posti in cui comunque non avrebbe potuto mai trivellare...
la "vittoria" annunciata da la repubblica non rispecchia affatto la realtà dei fatti e l'articolo dà una notizia incompleta ed inesatta...
...i giornali possono pilotare i nostri pensieri.

è vero che (per fortuna) a volte le mobilitazioni popolari servono, ma è vero anche che (purtroppo) spesso gli interessi economici e finanziari sono molto resistenti e difficili da piegare...
...ma lottare è bello e gratis!

ciao, buona estate a tutti.
un abbraccio a pilar e un saluto agli amici del 2°intensivo.

Pilar Codonyer ha detto...

Devono essere tutti impazziti: se ne parla anche nel Chianti! Ecco l'articolo: http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/ambiente/trivelle-chianti/trivelle-chianti/trivelle-chianti.html